Abkhazia. Lavrov inaugura ambasciata russa; Tbilisi, ‘Mosca viola nostra integrità’

di Giacomo Dolzani – 

È stata dura la reazione del governo georgiano alla visita del ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, in Abkhazia: Tbilisi in un comunicato [1] diffuso sul sito del ministero degli Esteri ha infatti parlato di “plateale violazione del principio di sovranità ed integrità nazionale”.
Lavrov sarà infatti impegnato tra oggi e domani in una serie di appuntamenti nella regione, il più importante dei quali, soprattutto per il suo valore simbolico, è l’inaugurazione odierna dell’ambasciata russa nella capitale Sukhumi, quella che sul sito del ministero degli Esteri georgiano è stata definita “una rappresentanza diplomatica illegale”; domani Lavrov incontrerà invece il presidente abcaso Raul Khajimba ed il suo omologo Daur Kove al fine di discutere anche il possibile ingresso della Georgia nella Nato.
Abkhazia ed Ossezia del Sud sono infatti due regioni autoproclamatesi indipendenti da Tbilisi ma che attualmente non godono di alcun riconoscimento internazionale, territori che la Georgia reclama come propri ma la cui autonomia è di fatto garantita dalla presenza sul posto delle forze armate di Mosca, fatto che ha portato i due paesi ad uno scontro diplomatico che nel 2005 ha raggiunto il suo culmine con una breve guerra, vinta agevolmente dalle truppe russe.

Twitter: @giacomodolzani