Cina. Lanciato un razzo spaziale da una base a 5mila metri di altitudine

di Giuseppe Gagliano

Il 9 novembre l’Accademia Cinese delle Scienze (CAS) ha pubblicato una notizia che ha attirato l’attenzione della intelligence francese. Secondo le fonti dell’intelligence vi sarebbe stato un lancio di prova di un razzo spaziale cinese il 27 settembre da un sito segreto in Aksai Chin, una delle due principali regioni contese tra Pechino e Nuova Delhi, insieme ad Arunachal Pradesh.
Si tratta del primo lancio di un razzo spaziale da una base situata a oltre 5mila metri di altitudine. Si è scoperto che il lancio è avvenuto vicino a una base militare segreta, non registrata presso l’Esercito di Liberazione Popolare (PLA) cinese e mai resa nota al pubblico fino ad ora.
L’analisi delle immagini ha rivelato che i lavori di movimento terra per la costruzione della base, situata lungo la nuova autostrada 219, vicino alla stazione di servizio Tianshuihai, sono iniziati nel maggio 2020. La costruzione della base, che comprende almeno 18 hangar per aerei leggeri e elicotteri e una pista di 630 metri, è proseguita fino all’inizio del 2023. Il lancio è stato un successo.
Nonostante il carattere ufficialmente civile del lancio, non vi sono dubbi sulla sua natura militare, evidenziata dalla presenza di personale in uniforme militare.
L’interesse americano per questo sito segreto è emerso ancor prima del lancio del 27 settembre. I satelliti di osservazione terrestre statunitensi hanno monitorato l’area intorno alla base segreta in diverse occasioni dall’inizio del 2023.