Cina. Lanciato un satellite spia in funzione “anti-Quad”

di Giuseppe Gagliano

La Cina non intende arretrare rispetto ai suoi obiettivi di egemonia globale, nonostante i tentativi del Quad (Stati Uniti, India, Australia e Giappone) di contenerne la logica espansionistica. Infatti la China National Space Administration ha lanciato un satellite di osservazione radar denominato (SAR) L-SAR4-01 a metà agosto, sviluppato da China Aerospace and Science Technology Corp. L’annuncio è stato fatto pochi giorni prima dell’apertura del vertice BRICS in Sudafrica.
Formalmente questo satellite è stato costruito per monitorare il territorio cinese e per prevenire i disastri naturali, ma in realtà l’orbita nella quale è stata collocato gli consente di monitorare tutti i paesi del Golfo del Bengala, dall’India all’Indonesia, quando orbita nell’emisfero settentrionale, mentre quando orbita sull’emisfero meridionale ha la possibilità di “spiare” l’Australia occidentale.
Si tratta in altri termini di un satellite spia camuffato da civile, una pratica molto comune da parte della Cina e non solo. Concretamente questo satellite sarà in grado di monitorare i suoi principali competitor nell’Asia meridionale e ,in modo particolare ,potrà monitorare le diverse aree marittime strategiche della zona, le stesse che sono oggetto dell’attenzione del Quad.
In ultima analisi la Cina dimostra non solo di avere una grande competenza dal punto di vista tecnologico anche nel settore satellitare, ma anche di sapere servirsene quale strumento geopolitico per limitare le scelte politiche dei suoi rivali occidentali ed asiatici