Fotonotizia del giorno

Netanyahu straccia l’idea di Hamas di riconoscere i confini del 1967.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha platealmente gettato in un cestino il documento di Hamas con cui il partito egemone a Gaza si è detto disponibile a considerare un eventuale stato palestinese entro i confini del 1967 e quindi non su tutto il territorio israeliano, ovvero la”creazione di uno Stato palestinese interamente sovrano e indipendente nelle frontiere del 4 giugno 1967, con Gerusalemme capitale”.
L’importante cambio di rotta di Hamas, ufficializzato il 2 maggio, rappresenta un cambio di rotta fondamentale in quanto riconoscendo i confini del 1967 implicitamente ammette l’esistenza di Israele.