Iran. F-35 israeliani sorvolano e fotografano indisturbati obiettivi militari

Notizie Geopolitiche

Man mano che passano le ore sta prendendo forma il caso degli F-35 “Adir” israeliani che in modo del tutto indisturbato hanno sorvolato e spiato l’Iran, facendosi beffe dei sistemi difensivi e di intercettazione.
Tutto è partito con quanto riportato dal giornale kuwaitiano al-Jarida, il quale agli inizi di luglio ha reso noto che l’ayatollah Ali Khamenei, Giuda suprema della Repubblica islamica, ha messo da parte il numero uno dell’Aeronautica militare, Farzad Ismaili, ruolo che ricopriva da 9 anni.
Altre indiscrezioni hanno indicato nel motivo licenziamento di Ismaili l’incapacità delle forze da lui condotte di intercettare ripetuti voli di F-35 Adir israeliano sull’Iran, in particolare su Teheran, Karajrak, Isfahan, Shiraz e Bandar Abbas, nonostante l’alta affidabilità dei sistemi difensivi missilistici S-300 acquistati dalla Russia e la disponibilità dei Tor-M1, missili semoventi validi seppure tecnologicamente superati.
Nel 2018 gli aerei israeliani hanno fotografato obiettivi militari di ogni genere, materiale certamente condiviso da tel Aviv con gli alleati Usa e Nato.
Gli F-35 Adir in realtà tendono a risultare invisibili a radar ed altri sistemi di intercettazione, cosa che consente ad esempio continui raid israeliani sulla Siria, mentre i militari di Bashar al-Assad in febbraio non hanno avuto problemi ad abbattere un F-16 israeliano.