Russia. Azienda di intelligence geospaziale si ritira in Eau

di Giuseppe Gagliano

Vladimir Gershenzon e Olga Gershenzon hanno fondato in Russia la maggiore azienda di Intelligence geospaziale, e cioè la ScanEx. Questa azienda era riconosciuta a livello internazionale per la sua efficienza e per la sua professionalità, come dimostrano i numerosi contratti di collaborazione con analoghe società americane come per esempio Airbus Defence and Space, ma anche con quelle cinesi come la AT21.
Dal punto di vista politico i due coniugi hanno sempre sostenuto Dmitry Medvedev. Ma la salita al potere di Putin li ha costretti a cambiare profondamente gli assetti societari: hanno infatti dovuto vendere il 90% della loro azienda ad alcuni oligarchi vicini all’entourage di Putin e fra questi a Igor Rotenberg. Con la guerra in corso la situazione è diventata insostenibile: stando a fonti dell’intelligence, l’allineamento alla politica putiniana di Medvedev li ha indotti a ritirarsi verso gli Emirati Arabi Uniti, dove molto probabilmente lavoreranno a stretto contatto con Ibrahim al-Obaidly, l’esperto di intelligence geospaziale degli Emirati che ha dato un contributo determinante alla realizzazione dei programmi satellitari più segreti degli Emirati Arabi Uniti.