Slovenia. Il Parlamento annulla le contravvenzioni dell’era Covid-19

di Angelo Gambella

L’Assemblea nazionale della Slovenia ha approvato una legge che annulla tutte le sanzioni inflitte ai cittadini in relazione alle restrizioni del periodo Covid-19, sostanzialmente per aver infranto il lock down o per non essersi sottoposti alla vaccinazione. Alla base della decisione la sentenza di un giudice, il quale ha dichiarato incostituzionali le leggi emesse nel quadro dell’emergenza Covid-19 . Verranno quindi annullate le sanzioni comminate a 62mila cittadini per un totale di 5.2 milioni di euro, e verrà restituito il denaro a chi ha pagato, cioè circa il 30% di coloro che sono stati multati.
Robert Golob, del Movimento Libertà, aveva conquistato un anno fa il premierato promettendo l’annullamento delle sanzioni. I rimborsi saranno automatici e tutti i reati in relazione alle restrizioni saranno cancellati dagli archivi.