Usa. Coronavirus: 53mila casi in un giorno. L’Oms ai governatori, svegliatevi!’

Notizie Geopolitiche

Alla vigilia del 4 luglio il sindaco della contea di Miami-Dade ha annunciato che questa sera verrà introdotto il coprifuoco e che verranno chiusi nuovamente i locali di aggregazione come i cinema e i teatri. Si tratta di una misura volta a contrastare l’epidemia di coronavirus, ma l’impressione che si ha è che si tratti di una mezza misura tipica dell’era Trump, dal momento che il lockdown sarà dalle 22.00 alle 6.00, cioè quando la maggior parte delle persone è in casa a dormire.
Fatto sta che con le semi-restrizioni e la semi-serietà il virus negli Usa continua a diffondersi, al punto che ieri si è avuto il record i 53mila casi accertati in sole 24 ore. Dati che portano il numero complessivo dei contagi a 2,7 milioni, mentre quello dei morti è salito a 129mila.
Il presidente Trump continua ad insistere che “abbiamo spento le fiamme”, un tentativo di rassicurazione volto a sostenere più l’economia che la salute dei cittadini, tanto che anche il suo virologo, Anthony Fauci, è tornato ad insistere che “non stiamo andando nella direzione giusta”.
In diversi stati gli ospedali sono al collasso, ma i lockdown continuano a prevedere chiusure a metà, per cui l’Oms ha invitato i governatori a “svegliarsi” e a “impegnarsi nella lotta” contro il coronavirus. Michael Ryan, responsabile emergenza Covid per l’Oms, ha invitato a “svegliarsi”, a “guardare cosa dicono i dati”.