Coronavirus: colloquio di Scalfarotto con la Svizzera sui frontalieri

Farnesina

“Quest’oggi ho sentito l’ambasciatrice svizzera a Roma, Rita Adam, per discutere con lei della situazione dei lavoratori frontalieri italiani. Abbiamo insieme convenuto sull’importanza di garantire la continua apertura della frontiera tra i due paesi e l’accesso ai posti di lavoro dei nostri lavoratori nelle massime condizioni di sicurezza dal punto di vista sanitario”. Così il Sottosegretario con delega ai rapporti bilaterali con i Paesi europei, Ivan Scalfarotto.
“Ho anche fatto presente – aggiunge il sottosegretario – le difficoltà aggiuntive che i frontalieri stanno incontrando a causa della chiusura di alcuni valichi di frontiera e chiesto che si operi nella massima garanzia anche per ciò che attiene alla conservazione dei posti di lavoro e al rispetto della necessità dei lavoratori di rientrare quotidianamente presso le proprie famiglie, evitando pernottamenti “forzosi” al di là del confine.”
“Abbiamo infine convenuto con l’ambasciatrice di sentirci con regolarità nelle prossime giornate per continuare a monitorare insieme la situazione. Del colloquio – ha concluso Scalfarotto – ho poi informato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al quale ho assicurato la massima collaborazione istituzionale del governo sulla vicenda.”