Di Stefano sente il viceministro vietnamita Hoang Quoc Vuong

Farnesina

Il Sottosegretario Manlio Di Stefano ha avuto oggi una videochiamata con il Vice Ministro dell’Industria e del Commercio vietnamita Hoang Quoc Vuong. Il colloquio è stato l’occasione per firmare il nuovo Memorandum d’Intesa sulla Commissione Economica Mista (CEM) italo-vietnamita, nonché per una panoramica dei rapporti economici bilaterali, in vista della prossima CEM, già prevista a febbraio 2020 e poi rinviata a causa del COVID19, che si spera si possa riprogrammare entro l’anno.
L’incontro ha consentito ai due interlocutori di ribadire l’impegno dei due Governi per fronteggiare la pandemia e sottolineare gli eccellenti risultati raggiunti in termini di contenimento da proseguire anche a livello multilaterale.
Nel corso dell’incontro virtuale si è constatata l’eccellenza delle relazioni bilaterali, sia in termini economici che politici. Entrambi gli interlocutori hanno sottolineato la rilevanza dell’interscambio che ha raggiunto i 4,4 mld di euro nel 2019, con una crescita del 17% dal 2018, ed evidenziato la possibilità di ampi margini di miglioramento, con l’entrata in vigore dell’Accordo di Libero Scambio UE-Vietnam il 1° agosto 2020 e la prossima ratifica da parte dei parlamenti degli Stati membri UE dell’Accordo di Protezione sugli Investimenti.
“Il Vietnam – ha dichiarato il Sottosegretario Di Stefano – è il nostro primo partner commerciale in Asia Sud Orientale. Lavoriamo per un incremento dell’interscambio bilaterale, in un’ottica di riequilibrio della bilancia commerciale. Anche gli investimenti diretti contribuiscono, con il loro effetto traino sulle importazioni, ad accrescere l’interscambio, favorendo anche le PMI. Il nostro partenariato economico si inserisce all’interno di un più ampio quadro politico che ha fatto dell’interesse italiano in Asia sudorientale una scelta precisa di politica internazionale e che considera il Vietnam un pilastro all’interno dell’Associazione dei paesi del Sud-est asiatico (ASEAN).”