Grecia. Il governo invierà una nave da guerra per sostenere la coalizione navale guidata dagli Usa nel Mar Rosso

di Alberto Galvi –

La Grecia invierà una nave da guerra per sostenere la coalizione navale nel Mar Rosso, ultimo paese ad unirsi all’alleanza per contrastare le minacce degli Houthi dello Yemen. La task force navale chiamata, Operazione Prosperity Guardian, è capeggiata dagli Stati Uniti. I membri originari della task force del Mar Rosso sono: Regno Unito, Bahrein, Canada, Francia, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Seychelles e Spagna. Questi paesi aiutano a pattugliare le acque per scoraggiare gli Houthi, che hanno attaccato più di una dozzina di navi mercantili provenienti o dirette in Israele quale azione di sostegno al popolo palestinese.
L’Australia non ha voluto impegnare navi da guerra, ma invierà 11 militari per sostenere la missione.
Nonostante la dimostrazione di forza occidentale, gli Houth, sostenuti dall’Iran, hanno promesso di continuare i loro attacchi contro le navi in ​​viaggio da o verso Israele finché andrà avanti la guerra di Gaza. Negli ultimi mesi gli attacchi di droni e i tentativi di dirottamento degli Houthi hanno spinto più di una dozzina di compagnie di navigazione a sospendere le operazioni nel Mar Rosso, attraverso il quale passa il 12 per cento di tutto il commercio globale.