Iran. Ucciso lo scienziato Fakhrizadeh. Era a capo del programma nucleare

Notizie Geopolitiche

L’uomo che era alla guida del programma nucleare iraniano, chiuso agli inizi degli anni Duemila, è rimasto ucciso oggi in un agguato a Teheran. Mohsen Fakhrizadeh, questo il nome dello scienziato, stava viaggiando sulla sua auto con la scorta nella parte settentrionale della capitale, quando un commando di uomini armati ha attaccato il mezzo entrando in uno scambio di fuoco con gli agenti che lo proteggevano. Fakhrizadeh è rimasto ferito gravemente ed è poi morto in ospedale.
Il ministero della Difesa iraniano ha parlato di “attacco terrorista”, e per quanto in molti sospettino la mano di Israele, il modus operandi non fa pensare ad un’azione del Mossad.
Nell’agosto 2012 13 cittadini iraniani hanno confessato pubblicamente di essere parte di un’operazione ordita dagli Usa e da Israele finalizzata ad uccidere diversi scienziati operanti nella Repubblica islamica, nella fattispecie Ali-Reza Asgari (2006), Ardeshir Hosseinpour (2007), Shahram Amiri (2010), Massoud Ali Mohammadi (2010), Majid Shahriari (2010), Fereydoun Abbasi (2010), Dariush Rezaei-Nejad (2011), Hassan Tehrani Moghaddam (2011) e Mostafa Ahmadi Roshan (2012).