Siria. Ancora attacchi israeliani: colpita una base della milizia irachena Harakat al-Nujaba

di Shorsh Surme

Pochi giorni fa i raid israeliani sono tornati a colpire obiettivi iraniani in Siria, a poco più di un mese dal clamoroso bombardamento della rappresentanza consolare di Damasco in cui hanno perso la vita diversi esponenti dei Pasdaran.
Giovedì una serie di attacchi missilistici israeliani hanno preso di mira un edificio nella capitale siriana, e un osservatore di guerra ha riferito che l’obiettivo è stato una base della milizia irachena filo-iraniana. “Intorno alle 3:20 di oggi, il nemico israeliano ha lanciato attacchi aerei dalla direzione del Golan siriano occupato, colpendo un edificio nella campagna di Damasco”, ha riportato l’agenzia di stampa statale siriana SANA citando una fonte militare, aggiungendo che le difese hanno intercettati i missili.
L’Osservatorio siriano per i diritti umani (SOHR), che ha sede a Londra, ha riferito che gli attacchi hanno preso di mira “una base e un centro culturale” della milizia irachena Harakat al-Nujaba, appoggiata dall’Iran, che comprende la 12ma brigata del movimento Hashd al-Shaabi.
Gli attacchi hanno causato danni materiali e sono stati effettuati nell’area di Sayyida Zeinab, nel sud di Damasco, una roccaforte del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche (IRGC o Pasdaran) e delle milizie affiliate.
È l’ultimo atto tra le crescenti ostilità sullo sfondo della guerra Israele-Gaza con Israele sul punto di lanciare la sua offensiva di terra a lungo minacciata a Rafah, a sud di Gaza, lungo il confine con l’Egitto.
Israele ha effettuato centinaia di attacchi aerei su aree della Siria controllate dal regime durante i suoi quasi 13 anni di guerra civile, spesso affermando di prendere di mira milizie filo-iraniane come il gruppo libanese Hezbollah, che sostiene l’esercito siriano.
Anche se raramente commenta gli attacchi ad esso attribuiti in Siria, Israele ha ripetutamente avvertito che non tollererà che il suo acerrimo rivale, l’Iran, prenda piede nel paese.
La settimana scorsa un attacco israeliano su Damasco ha ferito otto soldati dell’esercito siriano.