Turchia. Attivista italiano fermato, la Farnesina segue il caso

Notizie Geopolitiche –

Le autorità turche hanno fermato ad Istanbul un attivista italiano, il 53enne italiano Gianfranco Castellotti. L’uomo, che è veterinario e attivista di Anti-imperialist Front Italia, si trovava in Turchia come osservatore il processo a carico del gruppo musicale turco Grup Yorum, accusato, come accade da quelle parti, di terrorismo.
L’Unità di crisi della Farnesina sta seguendo le sorti del connazionale ed ha attivato il consolato italiano di Istanbul, il quale – si legge nella nota – segue da vicino e con la massima attenzione il caso del connazionale Gianfranco Castellotti, in stato di fermo in Turchia, mantenendosi in contatto con i familiari e le autorità locali. Funzionari del Consolato hanno incontrato il connazionale verificandone le buone condizioni di salute”.
Come altri attivisti fermati con lui rischia un processo per sostegno al terrorismo o, nella migliore delle ipotesi, di venire espulso. L’udienza di convalida del fermo è prevista per lunedì.