Grecia. Tsipras stravince. Inizia l’era dell’anti-austerità. E i trattati con la Troika? ‘Li stracciamo!’

Primo piano

Grecia. Tsipras stravince. Inizia l’era dell’anti-austerità. E i trattati con la Troika? ‘Li stracciamo!’

di Giacomo Grossi – A scrutinio quasi terminato la sinistra di Alexis Tsipras, Syriza, ha ottenuto il 36,34%, arrivando così ad occupare 149 seggi (a un soffio dalla maggioranza assoluta), contro il 27,81% (76 seggi) di Nea Dimokratia (ND, centro-destra), del premier uscente Antonis Samaras. Si tratta del terremoto che l’Europa Unita temeva, perché il
[continue reading…]

I principali articoli inediti di Notizie Geopolitiche

- Articoli in evidenza

- Primo piano

- Interviste

Al di là dei fatti drammatici che accadono realmente laddove l'integralismo e la violenza dilagano, la rete è oggi inondata da immagini e concetti falsi di chi, in nome del perbenismo o nell'interesse di una politica becera, vorrebbe una guerra di religione. Eccone qualche esempio:

- Bufale islamofobiche in rete

- Bufale geopolitiche in rete

- Bufale xenofobiche in rete

Focus

Gb. Governo ”ficcanaso”: proposta legge anti-terrorismo “apre” internet alla polizia Gb. Governo ”ficcanaso”: proposta legge anti-terrorismo “apre” internet alla polizia

di Michele Convertino – EDIMBURGO. Così come nel resto d’Europa anche in Regno Unito i recenti fatti di Parigi hanno portato il governo a massimizzare la presenza di polizia nelle maggiori città e in particolare negli aeroporti. Chi nelle ultime settimane si è trovato a passare in uno degli aeroporti di Londra avrà notato senza
[continue reading…]

Togo. Verso le elezioni presidenziali Togo. Verso le elezioni presidenziali

di Valentino De Bernardis – In un clima politico alquanto difficile, la Corte Costituzionale del Togo si appresta a dover fissare una data per le prossime elezioni presidenziali. Dato il mandato dell’attuale presidente Faure Essozimna Gnassingbé in scadenza nel mese di maggio, con il passare dei giorni la finestra per una data utile si va
[continue reading…]

In marzo Netanyahu al Congresso Usa. Obama e Kerry si rifiutano di vederlo In marzo Netanyahu al Congresso Usa. Obama e Kerry si rifiutano di vederlo

di Enrico Oliari – Scoppia il caso Netanyahu negli Stati Uniti, dopo che da Tel Aviv si è saputo che, in occasione della visita del premier israeliano Benjamin Netanyahu, questi pronuncerà al Congresso un discorso che prevede un duro attacco nei confronti dell’Iran. Per gli uffici della Casa Bianca si tratta di una rottura del
[continue reading…]

Stati Uniti e Cuba aprono discussioni storiche Stati Uniti e Cuba aprono discussioni storiche

di Manuel Giannantonio – Gli Stati Uniti e Cuba hanno aperto discussioni di storica importanza circa la normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra i due paesi. Questa riunione stabilita in due giorni presso l’Avana è la prima che Barak Obama e Raoul Castro hanno annunciato lo scorso dicembre dopo aver raggiunto un accordo ottenuto attraverso 18
[continue reading…]

Croazia. Grabar Kitarovic vuole Seselj in carcere, ma Tudjman non era diverso Croazia. Grabar Kitarovic vuole Seselj in carcere, ma Tudjman non era diverso

di Giacomo Dolzani – Kolinda Grabar Kitarovic, uscita vincitrice dalle elezioni presidenziali croate del 12 gennaio, ha inviato una lettera al Segretario Generale del’Onu Ban Ki-moon chiedendo che venga ritirato il provvedimento straordinario, emanato dal Tribunale penale internazionale per l’ex-Jugoslavia (Icty), che ha permesso il rilascio del leader nazionalista serbo Vojislav Seselj, al fine di
[continue reading…]

La Russia guarda a Buenos Aires: aerei da guerra in cambio di cibo La Russia guarda a Buenos Aires: aerei da guerra in cambio di cibo

di Giovanni Caprara – L’annessione della Crimea e la difesa della popolazione russofona in Ucraina, sono state la base per promuovere le sanzioni verso la Russia. L’Occidente ha voluto così affermare la propria supremazia anche in campo finanziario, ma la reazione ha ingenerato diversi centri di contatto e nuove alleanze. Il ritorno al patriottismo economico,
[continue reading…]

Cambio di governo in Madagascar e possibile scontro istituzionale Cambio di governo in Madagascar e possibile scontro istituzionale

di Valentino De Bernardis – Terremoto politico nella grande isola dell’Africa Australe. Lunedì 12 gennaio il primo ministro in carica, Roger Kolo, ha rimesso il mandato nelle mani del Presidente della repubblica Hery Rajaonarimampianina. La decisione, sebbene prospettata da molti media locali nell’ultimo periodo, lascia comunque un certo grado di sorpresa dati gli stretti rapporti,
[continue reading…]

In Cina prospera il mercato. Anche dei bambini In Cina prospera il mercato. Anche dei bambini

di C. Alessandro Mauceri – Nei giorni scorsi, la polizia cinese ha liberato 37 neonati messi in vendita da alcuni trafficanti della provincia dello Shandong. Le forze dell’ordine hanno arrestato più di cento persone, tra cui alcune delle madri naturali dei bambini. Un tempo, in Cina, vigeva la regola, nata ai tempi di Mao (e
[continue reading…]

Nuovo anno, nuove condanne a morte. La “giustizia” che pone fine alla vita non si ferma Nuovo anno, nuove condanne a morte. La “giustizia” che pone fine alla vita non si ferma

di C. Alessandro Mauceri –  In barba agli appelli ed agli accordi internazionali, nel mondo si continua ad utilizzare la pena di morte. In Pakistan. Dove sette persone, condannate a morte, sono state impiccate. Due di loro erano state condannate per il loro ruolo in un complotto per uccidere l’ex presidente Pervez Musharraf, tre per
[continue reading…]

Obama: il “presidente assente” (non solo a Parigi) Obama: il “presidente assente” (non solo a Parigi)

di Luca Tolu – Domenica scorsa, in seguito ai brutali attacchi terroristici alla sede del magazine satirico Charlie Hebdo e al supermercato ebraico, più di quaranta leader mondiali sono scesi in piazza a Parigi insieme a milioni di semplici cittadini in quella che è stata probabilmente la più imponente manifestazione anti terrorismo di tutti i
[continue reading…]

Romania. Crescono le spese militari dopo la direttiva Nato; una scelta necessaria Romania. Crescono le spese militari dopo la direttiva Nato; una scelta necessaria

di Giacomo Dolzani – In linea con le direttive emanate dalla Nato, con un accordo siglato tra tutti i principali partiti rappresentati in parlamento, Bucarest ha deciso che l’anno prossimo la percentuale di Pil stanziata per il comparto militare salirà dal 1.71% del 2014 ad almeno il 2%. L’Alleanza Atlantica ha infatti invitato tutti gli
[continue reading…]

Ultimissime

ISIS. Kobane liberata. Jihadisti mandano al fronte minorenni. In ritirata anche da Diyala ISIS. Kobane liberata. Jihadisti mandano al fronte minorenni. In ritirata anche da Diyala

Notizie Geopolitiche – Un portavoce dei combattenti curdi di Kobane ha annunciato oggi che “La città è sotto il nostro totale controllo”: sotto assedio da quattro mesi da parte dei jihadisti dell’Isis, che erano arrivati quasi alla conquista definitiva, Kobane risulta essere così liberata, con decine di cadaveri di giovani miliziani dello Stato Islamico sul
[continue reading…]

GRECIA. Il “nodo” Tsipras vince. Ma lo attende il “pettine” della Troika GRECIA. Il “nodo” Tsipras vince. Ma lo attende il “pettine” della Troika

di C. Alessandro Mauceri – I risultati delle elezioni in Grecia sono definitivi. Nessun dubbio su chi ha davvero vinto. Il Syriza, il partito di Tsipras, non ha tuttavia ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi. Questo significa che per governare dovrà fare accordi con altri partiti. Qualcosa di simile a quanto è accaduto in Italia
[continue reading…]

UCRAINA. Merkel sente Putin e Poroshenho. Ma i filo-russi cancellano l’accordo di Minsk UCRAINA. Merkel sente Putin e Poroshenho. Ma i filo-russi cancellano l’accordo di Minsk

Notizie Geopolitiche – Mentre continuano le ostilità nell’Ucraina orientale, con i ribelli filo-russi che compiono attacchi alla periferia di Mariupol, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha sentito al telefono il presidente russo Vladimir Putin e il premier ucraino Petro Portoshenko: al primo ha chiesto di “fare pressione sui separatisti” al fine di “evitare una nuova
[continue reading…]

UCRAINA. Anche il Kazakistan condanna il massacro di civili a Mariupol UCRAINA. Anche il Kazakistan condanna il massacro di civili a Mariupol

di Giacomo Dolzani – Anche il governo kazako ha espresso oggi il proprio cordoglio per le molte vittime dell’attacco alla città ucraina di Mariupol, compiuto dai ribelli filorussi anche con l’utilizzo di missili Grad, il quale ha portato alla morte di decine di civili. In una nota del ministero degli Esteri di Astana si legge:
[continue reading…]

EGITTO. Disordini a quattro anni dalla rivoluzione: 23 morti EGITTO. Disordini a quattro anni dalla rivoluzione: 23 morti

Notizie Geopolitiche – Ammonta a 23 il numero dei morti e a quasi cento quello dei feriti dei disordini in Egitto nel quarto anniversario della deposizione di Hosni Mubarak: chiusa piazza Tahrir al Cairo per motivi di sicurezza, i manifestanti si sono dati appuntamento nei quartieri limitrofi, ma anche in altre città. Ad infiammare ulteriormente
[continue reading…]

SPAGNA. Precipita F-16 greco al corso di addestramento: 10 morti, feriti anche italiani SPAGNA. Precipita F-16 greco al corso di addestramento: 10 morti, feriti anche italiani

Notizie Geopolitiche – Incidente presso la base di Los Llanos ad Albacete, in Spagna, dove un aereo da guerra greco, un F-16, è caduto al suolo mentre era in fase di decollo: il velivolo era inserito in un programma di addestramento Nato e, precipitando, ha investito un hangar nel quale vi erano altri aerei. Alle
[continue reading…]

UCRAINA. Colpo di cannone “chiude” miniera: 500 operai intappolati

Notizie Geopolitiche – Un colpo di cannone sparato nella regione separatista di Donetsk, nell’Ucraina orientale, ha centrato il generatore di una miniera lasciando i minatori senza l’elettricità necessaria per far funzionare ascensore e impianto per l’aria. Sono in corso tentativi di ristabilire il funzionamento degli impianti per scongiurare conseguenze sui minatori. Il fatto è avvenuto
[continue reading…]

NIGERIA. Boko Haram attacca Maiduguri, capitale dello stato del Borno NIGERIA. Boko Haram attacca Maiduguri, capitale dello stato del Borno

di Giacomo Dolzani – In seguito alla visita del presidente nigeriano Goodluck Jonathan a Maiduguri, capitale dello stato settentrionale del Borno, i terroristi del gruppo islamista Boko Haram, molto attivo nel nord della Nigeria, hanno dato il via ad un massiccio attacco contro la città ed alcuni quartieri della periferia sarebbero già nelle mani degli
[continue reading…]

NIGERIA. Presidenziali: Jonathan a Maiduguri, ‘se rieletto affronteremo il Boko Haram’ NIGERIA. Presidenziali: Jonathan a Maiduguri, ‘se rieletto affronteremo il Boko Haram’

Notizie Geopolitiche – A poche ore dall’ennesimo attacco (15 morti) dei secessionisti-islamisti del Boko Haram, gruppo autore di una vera e propria guerra con l’esercito, di una lunghissima serie di clamorose stragi e di sequestri (non ultimo quello delle 276 studentesse dalla scuola di Chibok del 14 aprile e di 50 bambini al confine col
[continue reading…]

GRECIA. Quasi certo il trionfo elettorale di Tsipras e della sinistra radicale GRECIA. Quasi certo il trionfo elettorale di Tsipras e della sinistra radicale

di Giacomo Dolzani – È quasi sicura la vittoria della sinistra radicale alle elezioni greche; a poche ore dalla chiusura dei seggi e con oltre un quarto delle sezioni scrutinate il partito Syriza, guidato da Alexis Tsipras, è solidamente in vantaggio con oltre il 35% e precede di più di 5 punti percentuali Nuova Democrazia
[continue reading…]

Decapitato il primo ostaggio giapponese nelle mani dello Stato Islamico Decapitato il primo ostaggio giapponese nelle mani dello Stato Islamico

di Giacomo Dolzani – È stato decapitato poche ore fa il primo dei due ostaggi giapponesi nelle mani dei terroristi dello Stato Islamico; si tratta del contractor Haruna Yukawa per la liberazione del quale, assieme al giornalista suo connazionale Kenji Goto Jogo, era stato richiesto al governo di Tokyo un riscatto di 200 milioni di
[continue reading…]

ROMANIA. Governo socialdemocratico in crisi. Liberali pronti per un nuovo esecutivo ROMANIA. Governo socialdemocratico in crisi. Liberali pronti per un nuovo esecutivo

di Giacomo Dolzani – Il governo rumeno a guida socialdemocratica (Psd) è prossimo alla crisi. Il premier, Victor Ponta, si ritrova infatti a guidare una coalizione che, a causa dei forti dissidi tra le correnti interne ai partiti, si sta lentamente disgregando , paralizzando il governo. Oggi il neoeletto presidente, Klaus Iohannis, membro del Partito
[continue reading…]

In evidenza

Strage di Parigi: avrà la meglio l’odio o vinceranno gli uomini liberi? Strage di Parigi: avrà la meglio l’odio o vinceranno gli uomini liberi?

di Giulio Terzi di Sant’Agata – Tre terroristi armati di kalashnikov hanno fatto irruzione nella sede di un noto settimanale satirico francese e hanno aperto il fuoco: 12 morti e 8 feriti. Il sacrificio di uomini liberi, giornalisti di Charlie Hebdo, dimostra come esista un mondo che non si lascia intimidire dal fondamentalismo islamico, antioccidentale
[continue reading…]

“Jugoslavia distrutta dall’Occidente, serbi demonizzati”. Intervista a Radovan Karadzic “Jugoslavia distrutta dall’Occidente, serbi demonizzati”. Intervista a Radovan Karadzic

di Giacomo Dolzani – In seguito al disgregarsi di quella che dal 29 aprile 1945 era stata la Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, governata per gran parte della sua storia dal Maresciallo Josip Broz Tito, presidente fino alla morte sopraggiunta il 4 maggio 1980, le differenze fra le varie etnie presenti nel paese portarono alla
[continue reading…]