ESCLUSIVO. Strage di Susa. Il terrorista Rezgui: Notizie Geopolitiche ha sentito chi lo conosceva

Primo piano

ESCLUSIVO. Strage di Susa. Il terrorista Rezgui: Notizie Geopolitiche ha sentito chi lo conosceva

di Najeh Zaghdoudi e Ghazy Eddaly – A quattro giorni dalla strage di Susa (Sousse) il presidente della Tunisia Beji Caid Essebsi ha ammesso in un’intervista alla radio francese Europe 1 che il sistema di sicurezza del paese presenta ancora delle falle, nonostante siano passati tre mesi dal sanguinoso attacco al Museo del Bardo in
[continue reading…]

Al di là dei fatti drammatici che accadono realmente laddove l'integralismo e la violenza dilagano, la rete è oggi inondata da immagini e concetti falsi di chi, in nome del perbenismo o nell'interesse di una politica becera, vorrebbe una guerra di religione. Eccone qualche esempio:

- Bufale islamofobiche in rete

- Bufale geopolitiche in rete

- Bufale xenofobiche in rete

Focus

Togo. Presentata la nuova squadra di governo Togo. Presentata la nuova squadra di governo

di Valentino De Bernardis – Il primo ministro incaricato Komi Selom Klassou ha ufficializzato la composizione della nuova compagine governativa che per i prossimi cinque anni guiderà la piccola repubblica africana del Togo. Senza nessuna sorpresa di rilievo, Adji Otèth Ayassor mantiene il controllo sulle casse dello Stato, con la riconferma al dicastero dell’Economia, delle
[continue reading…]

Armenia. La protesta mette in luce l’instabilità del paese Armenia. La protesta mette in luce l’instabilità del paese

di Giuliano Bifolchi – Continua in Armenia la protesta contro l’aumento del prezzo dell’elettricità, una tensione sociale che ha portato il paese caucasico al centro del ciclone mediatico per l’eccessivo uso di violenza da parte della polizia di Yerevan contro i manifestanti ed ai danni dei giornalisti. La motivazione di questa protesta è data dall’aumento
[continue reading…]

Il Qatar, bancomat dell’Isis. Con cui noi facciamo affari d’oro Il Qatar, bancomat dell’Isis. Con cui noi facciamo affari d’oro

di Enrico Oliari – Nuovi elementi danno il Qatar come uno dei principali finanziatori del Daesh, acronimo arabo dell’Isis. Il Qatar, per intenderci e per arrivare subito al sodo, è quello del “Milano, i grattacieli di Porta Nuova passano tutti al fondo del Qatar” (1), del “Al Qatar l’ex San Raffaele, entro 2015 attivo il
[continue reading…]

Usa. La Corte suprema salva ancora una volta l’Obamacare Usa. La Corte suprema salva ancora una volta l’Obamacare

di Manuel Giannantonio Barack Obama sembra aver vinto il suo personalissimo braccio di ferro con i conservatori sulla questione della copertura assicurativa sanitaria nazionale. La Corte suprema degli Stati Uniti ha infatti confermato la legalità della riforma sanitaria del presidente democratico, una decisione che di fatto assicura la copertura sanitaria per 6,4 milioni di cittadini
[continue reading…]

Iran. Impiccato l’attivista politico curdo Mansur Arvand Iran. Impiccato l’attivista politico curdo Mansur Arvand

di Shorsh Surme – Mentre la comunità internazionale applaude all’accordo raggiunto tra l’Iran e il “5+1” sulla questione nucleare, il regime degli ayatollah continua nell’eliminazione sistematica dei popoli dell’Iran, in primis il popolo curdo. Infatti, domenica 14 giugno è stata eseguita l’ennesima condanna a morte per impiccagione nel carcere di Urmea: la vittima era un
[continue reading…]

L’esodo dei migranti: periferia d’Europa e cuore dell’Ue L’esodo dei migranti: periferia d’Europa e cuore dell’Ue

di Lorenzo Nicolao – Per alcuni è la luce della sopravvivenza, per altri la vocazione del proprio lavoro, per alcuni un gesto solidale, per altri un forte pretesto politico per ottenere consensi. L’esodo dei migranti ricorre come tema politico nel paradiso europeo del lavoro e del benessere, della libertà e della democrazia. Il bacino del
[continue reading…]

Il carbone, una risorsa da rivalutare. Intervista a Andrea Clavarino, di Assocarboni Il carbone, una risorsa da rivalutare. Intervista a Andrea Clavarino, di Assocarboni

a cura di Enrico Oliari – Il carbone può aiutare a sconfiggere la povertà e a garantire l’approvvigionamento energetico per tutti. E con le Best Available Technologies, a ben guardare, è più ecologico dello shale gas. Luoghi comuni e realtà di una risorsa tutta da rivalutare, specie davanti ad uno scenario geopolitico che vede l’instabilità
[continue reading…]

Bad bank. Chi paga? Bad bank. Chi paga?

di Mario Lettieri e Paolo Raimondi * – Si è scatenata un vorticosa discussione sulla bad bank italiana, il nascituro istituto ad hoc dove parcheggiare i titoli tossici posseduti dalle banche. Il nostro sistema bancario scopre di essere in grave difficoltà e chiede, ancora una volta, un salvataggio pubblico. Non lo aveva ammesso nei mesi
[continue reading…]

Osce: corruzione percepita, Italia al primo posto Osce: corruzione percepita, Italia al primo posto

di C. Alessandro Mauceri Nei giorni scorsi sono stati resi noti i dati relativi alla corruzione (in particolare alla corruzione “percepita”) nei paesi dell’Ocse. Stando ai dati riportati dallo studio “Curbing corruption” (“Mettere un freno alla corruzione”), che cita lo studio Gallup, l’Italia è al primo posto assoluto, seguita da Portogallo e Grecia: la percezione
[continue reading…]

Un terzo Bush alla Casa Bianca: Jeb si candida alle primarie Un terzo Bush alla Casa Bianca: Jeb si candida alle primarie

di Manuel Giannantonio – Il 62enne John Ellis Bush è un candidato che appartiene a una delle più potenti famiglie americane. Nel suo curriculum vanta un primo mandato da senatore della Florida riconfermato con il secondo mandato, aggiudicandosi il 51% delle preferenze, un’esperienza certamente significativa. Il suo punto debole resta il dibattito sulla riforma sanitaria.
[continue reading…]

Governo Kopacz fra scandali e dimissioni di massa Governo Kopacz fra scandali e dimissioni di massa

di C. Alessandro Mauceri – Nei giorni scorsi in Polonia è scoppiato uno scandalo cha sta mettendo a rischio il governo a poche settimane dall’insediamento del presidente Andrzej Duda. Già si sono dimessi Radoslaw Sikorski, presidente del parlamento polacco, Bartosz Arlukowicz, ministro della Sanità, Andrzej Biernat, ministro dello Sport e Wlodzimierz Karpinski, ministro del Tesoro.
[continue reading…]

Dati sull’Occupazione Usa rinforzano le speculazioni sui tassi d’interesse Dati sull’Occupazione Usa rinforzano le speculazioni sui tassi d’interesse

di DailyForex.com – A maggio la percentuale di americani in cerca di un impego è salita leggermente, dal 5,4 al 5,5%, tuttavia, secondo il Dipartimento del Lavoro nello stesso mese sono stati creati 280mila posti di lavoro, e l’accresciuto tasso di disoccupazione è stato attribuito al maggior numero di persone attivamente alla ricerca di un
[continue reading…]

Ultimissime

GRECIA. Cresce la tensione sociale. Tsipras disponibile ad un accordo, ma c’è il referendum GRECIA. Cresce la tensione sociale. Tsipras disponibile ad un accordo, ma c’è il referendum

Notizie Geopolitiche – Il portavoce del Fondo monetario internazionale Gerry Rice ha ufficialmente confermato che Atene non ha restituito il debito di 1,6 miliardi di dollari entro la scadenza della mezzanotte ed ha aggiunto che è arrivata dalla Grecia una richiesta di proroga del pagamento, la quale sarà esaminata dallo staff esecutivo del Fondo monetario
[continue reading…]

IRAN. Procrastinato di una settimana il termine ultimo per le trattative con il 5+1 sul nucleare IRAN. Procrastinato di una settimana il termine ultimo per le trattative con il 5+1 sul nucleare

Notizie Geopolitiche – Il dipartimento di stato Usa ha comunicato l’estensione delle trattative del “5+1″ con l’Iran sul programma nucleare della Repubblica islamica. Lo scopo è quello di “dare più tempo ai negoziati per raggiungere una soluzione di lungo termine”. La scadenza ultima era prevista per la mezzanotte di oggi, ma gli analisti ritengono che
[continue reading…]

EGITTO. Nuovo attacco di Ansar Beit al-Maqdis: 30 militari uccisi nel Sinai EGITTO. Nuovo attacco di Ansar Beit al-Maqdis: 30 militari uccisi nel Sinai

Notizie Geopolitiche – Nuovo attacco dei jihadisti di Ansar Beit al-Maqdis ai militari nel Sinai: almeno 30 soldati sono rimasti uccisi in scontri presso alcuni posti di blocco nel nord del Sinai, portati a termine dai jihadisti che fin dalla caduta di Hosni Mubarak stazionano nella penisola e che oggi si riconoscono nello Stato Islamico.
[continue reading…]

IRAQ. Ucciso in battaglia Omar al-Sishani: sognava di condurre i jihadisti in Cecenia IRAQ. Ucciso in battaglia Omar al-Sishani: sognava di condurre i jihadisti in Cecenia

Notizie Geopolitiche – Mentre esercito e miliziani sciiti si stanno preparando per riprendere la città strategica di Ramadi, in uno scontro per il controllo del giacimento petrolifero di Allas, a nord di Baghdad, è rimasto ucciso uno dei più noti esponenti del Daesh (Isis): si tratta del 29enne Abu Omar al-Sishani (“Il Ceceno”), vero nome
[continue reading…]

YEMEN. Attentato a casa di leader houthi, 28 morti. Rivendicazione del Daesh YEMEN. Attentato a casa di leader houthi, 28 morti. Rivendicazione del Daesh

Notizie Geopolitiche – Continua nello Yemen la lotta fra i ribelli houthi, che lo scorso 27 gennaio che hanno deposto il presidente Abd Rabbo Mansour Hadi e preso il potere, e i lealisti, questi appoggiati dalla coalizione della Lega Araba a guida saudita. Nel quadro del conflitto oggi è intervenuto anche il Daesh (Isis), che
[continue reading…]

SIRIA. Il Daesh decapita due donne

Notizie Geopolitiche – L’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione vicina alle opposizioni e con sede a Londra, ma che in passato ha dato prova di avere il polso della situazione, ha reso noto che i jihadisti del Daesh (Isis) hanno decapitato due donne con l’accusa di “stregoneria”. Il fatto è avvenuto nel governatorato di
[continue reading…]

EGITTO. Ucciso il procuratore generale Barakat: aveva rinviato a giudizio migliaia di Fratelli Musulmani EGITTO. Ucciso il procuratore generale Barakat: aveva rinviato a giudizio migliaia di Fratelli Musulmani

Notizie Geopolitiche – È morto in seguito alle ferite riportate a causa di un attentato il procuratore generale dell’Egitto Hisham Barakat: l’auto su cui viaggiava è stata investita da una potente esplosione nei pressi dell’accademia militare a Heliopolis, quartiere orientale del Cairo. Al momento l’azione non è stata rivendicata, ma probabilmente i responsabili vanno cercati
[continue reading…]

GRECIA. Merkel disponibile a riprendere le trattative ‘se Tsipras lo vuole’ GRECIA. Merkel disponibile a riprendere le trattative ‘se Tsipras lo vuole’

Notizie Geopolitiche – La cancelliera tedesca Angela Merkel si è detta “ancora disposta” a trattare con la Grecia di Alexis Tsipras “se questi lo vuole”: lo ha comunicato il suo portavoce Steffen Seibert, spiegando che “L’obiettivo del nostro lavoro è una zona euro forte. Abbiamo registrato numerosi successi. La Grecia è un caso particolare”. “Come
[continue reading…]

MACEDONIA. Incontro Gruevski-Zaev per risolvere la crisi, ma con poco ottimismo MACEDONIA. Incontro Gruevski-Zaev per risolvere la crisi, ma con poco ottimismo

di Giacomo Dolzani – Si sta tenendo in queste ore a Skopje, capitale della Macedonia, un nuovo incontro tra il premier, Nikola Gruevski, ed il leader dell’opposizione, Zoran Zaev, nel tentativo di trovare una soluzione alla grave crisi che negli ultimi mesi ha infiammato la scena politica macedone. Il primo ministro, a capo del partito
[continue reading…]

GAZA. Bloccata la “Freedom Flottilla III” in acque internazionali GAZA. Bloccata la “Freedom Flottilla III” in acque internazionali

di C. Alessandro Mauceri – Nei giorni scorsi, navi della marina militare israeliana hanno intercettato la nave svedese Gothenburg Marianne, facente parte della “Freedom Flotilla III”, un convoglio di quattro navi a bordo delle quali si trovavano anche il deputato arabo-israeliano Bassel Ghattas e l’ex presidente tunisino Moncef Marzouki. Secondo quanto riferito dalla marina israeliana,
[continue reading…]

TUNISIA. Essid, ‘chiuderemo 80 moschee’. Più polizia per protegger il settore turistico TUNISIA. Essid, ‘chiuderemo 80 moschee’. Più polizia per protegger il settore turistico

Notizie Geopolitiche – Dopo aver disposto la chiusura di un’ottantina di moschee sospettate di radicalismo e di incitamento alla jihad, a seguito della strage di Susa costata la vita a 39 persone, il premier tunisino Habib Essid ha ordinato il dispiegamento di mille militari a protezione dei siti turistici balneari ed archeologici. Il settore del
[continue reading…]

GB. Allarme terrorismo, sequestrato carico di mitragliette Skorpion

Notizie Geopolitiche – E’ nuovamente allarme terrorismo in Gran Bretagna, dove la National Crime Agency ha appurato che è giunto nel paese un carico di mitragliette Skorpion, armi maneggevoli di fabbricazione cecoslovacca ed in grado di sparare mille colpi al minuto; privilegiate da sempre dai gruppi terroristici comprese le Brigate Rosse italiane. La National Crime
[continue reading…]

TURCHIA. Gaypride caricato violentemente dalla polizia TURCHIA. Gaypride caricato violentemente dalla polizia

Notizie Geopolitiche – In decine di migliaia hanno manifestato a New York per il Gaypride, a pochi giorni dalla storica sentenza della Corte suprema che ha reso incostituzionali tutte le leggi contro i matrimoni gay, introducendo di fatto il matrimonio fra due persone dello stesso sesso in tutti gli Stati Uniti. Nello stesso momento in
[continue reading…]

FRANCIA. Londra e Parigi creeranno un muro anti-immigrati a Calais FRANCIA. Londra e Parigi creeranno un muro anti-immigrati a Calais

di C. Alessandro Mauceri – Dopo l’esito tutt’altro che definitivo e risolutore della riunione del Consiglio d’Europa, che ha previsto una spartizione in quote dei profughi su “consenso” del Consiglio dei ministri degli Interni dell’Ue, e dopo le polemiche per la decisione dell’Ungheria di alzare un muro per impedire, o almeno scoraggiare, il flusso di
[continue reading…]

In evidenza

Esclusiva NG. Parla Gianfranco Fini, ‘Sto studiando l’Islam. È ora che l’occidente apra davvero gli occhi’ Esclusiva NG. Parla Gianfranco Fini, ‘Sto studiando l’Islam. È ora che l’occidente apra davvero gli occhi’

di Enrico Oliari e Daniele Priori – L’ex ministro degli Esteri e presidente della Camera: “No a un intervento in Libia. Sarebbe disastroso”. E sull’Ue: “Da uomo di destra dico: servono vere politiche comuni. Gli Stati dovranno cedere ancora sovranità” – Libia, Russia, Israele, Isis. Ma anche Islam: un “a tu per tu” con Gianfranco
[continue reading…]

“Jugoslavia distrutta dall’Occidente, serbi demonizzati”. Intervista a Radovan Karadzic “Jugoslavia distrutta dall’Occidente, serbi demonizzati”. Intervista a Radovan Karadzic

di Giacomo Dolzani – In seguito al disgregarsi di quella che dal 29 aprile 1945 era stata la Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, governata per gran parte della sua storia dal Maresciallo Josip Broz Tito, presidente fino alla morte sopraggiunta il 4 maggio 1980, le differenze fra le varie etnie presenti nel paese portarono alla
[continue reading…]